I viaggi di Manuela

Bordighera, seconda parte

L’Angst in ristrutturazione

Proseguendo sulla Romana in direzione Ventimiglia, s’incontra un altro prestigioso emblema di quell’epoca, l’Angst. Io lo ricordo per anni nella sua inesorabile fatiscenza, assaltato dalla vegetazione selvaggiamente incolta del parco, dove si potevano ricreare le più avventurose scorribande salgariane. E adesso, la sorpresa, salvandone la facciata Belle Époque lo si sta riportando ad una nuova esistenza immobiliare.

Il testo integrale dell'articolo è accessibile ai soli abbonati.
Effettui per cortesia l'accesso con i Suoi dati:

L'abbonamento normale all'Osservatore costa CHF 35.--/anno e può essere sottoscritto tramite l'apposito formulario
oppure segua le istruzioni per poter effettuare il pagamento direttamente tramite PayPal.

In cima