Teatro

Capitani vincenti a Senza confini

Ha dovuto essere rimandato per ben due stagioni di Senza confini, ma ce l’ha fatta a salire sul palco del Teatro Foce oggi pomeriggio in una sala da tempo mai vista così piena, esaurita da famigliole tutte allegramente felici di essersi liberate da mascherine e pass. BAM!BAM Teatro con la sua produzione tratta da un mito della letteratura per l’infanzia, Capitani coraggiosi di Kipling (e sarebbe un peccato se non lo fosse ancora) ha trascinato la platea, richiamando la partecipazione attiva dei bambini che commentavano live soprattutto le scenette comiche. Due soli attori nel ruolo di narratori ma anche interpreti dei personaggi principali con scambio reciproco, e anche di alcune figure della “ciurma” a moltiplicazione di voci da sembrare tanti… Un parte non irrilevante la gioca l’ingegnosa scenografia di Gino Copelli, con al centro una struttura a semicerchio che fa all’inizio la parte della grande nave sulla quale viaggia il ragazzo viziato, abituato ad ottenere tutto e a pensare che il genitore possieda il mondo, quel padre che non gli ha mai dato uno schiaffo ma nemmeno una carezza.

Il testo integrale dell'articolo è accessibile ai soli abbonati.
Effettui per cortesia l'accesso con i Suoi dati:

L'abbonamento normale all'Osservatore costa CHF 35.--/anno e può essere sottoscritto tramite l'apposito formulario
oppure segua le istruzioni per poter effettuare il pagamento direttamente tramite PayPal.

In cima