Conferenza

Fedra in viaggio nel tempo

Pierre-Narcisse Guérin, Fedra e Ippolito, 1802.

Nel solco del progetto culturale “Convergenza e distanza”, la Facoltà di comunicazione, cultura e società ha proposto, ieri sera, in collaborazione con il LAC, l’evento “Fedra in viaggio nel tempo”, che rientra nel ciclo “Miti in migrazione”. Essendo il mito la più antica espressione narrativa, un topos letterario e un racconto attraverso i quali l’uomo dell’antichità ha cercato di dare risposte, ancora oggi, nelle sue svariate riletture, il mito ci mostra quello che siamo, ci indica i punti di divergenza e convergenza, le antitesi, e tutto ciò che si riflette nell’immaginario, con il bisogno ancestrale dell’uomo di evadere dalla realtà, attraverso una chiave di lettura della contemporaneità, per facilitare la reciproca comprensione.

Il testo integrale dell'articolo è accessibile ai soli abbonati.
Effettui per cortesia l'accesso con i Suoi dati:

Non dispone ancora dei dati d'accesso? Sottoscriva un abbonamento di prova per 2 settimane!
L'abbonamento normale all'Osservatore costa CHF 35.--/anno e può essere sottoscritto tramite l'apposito formulario
oppure segua le istruzioni per poter effettuare il pagamento direttamente tramite PayPal.

In cima