Letteratura

Filosofi, Focus svizzero e Larsson

A volte si ha l’impressione che il programma di PiazzaParola diventi in alcuni casi un pretesto per presentare libri che poco hanno da spartire con la tematica principale. È il caso di Nietzsche on the road di Paolo Pagani, sabato a colloquio con un’altra filosofa, Ilaria Gaspari. È chiaro che il viaggio e la solitudine possono essere declinati in tanti modi, fanno parte dell’esperienza umana che appartiene a qualsiasi soggetto ed epoca. Mentre punti in comune tra Robinson e il pensatore tedesco si ritrovano nell’individualismo, connesso alla modernità e nello di spirito in fuga dall’oppressione famigliare, ma il parallelo finisce qui. Maggiori sono le differenze rispetto alle somiglianze. Pagani ha macinato, in vari anni, 4000 chilometri, 37 tappe, sulle tracce, avanti e indietro, del suo protagonista, dalla natia Germania, alla Svizzera, fino a Torino e poi il ritorno in patria dove è morto. Una storia che finisce male.

Il testo integrale dell'articolo è accessibile ai soli abbonati.
Effettui per cortesia l'accesso con i Suoi dati:

Non dispone ancora dei dati d'accesso? Sottoscriva un abbonamento di prova per 2 settimane!
L'abbonamento normale all'Osservatore costa CHF 35.--/anno e può essere sottoscritto tramite l'apposito formulario
oppure segua le istruzioni per poter effettuare il pagamento direttamente tramite PayPal.

In cima