Coronavirus

Gli effetti della pandemia nel Simposio di CiaoTable

CiaoTable va sul web e lo fa coinvolgendo un uditorio di 70 persone, convenute nella giornata di ieri, sabato 14 novembre, sulla piattaforma Zoom per condividere con alcuni relatori di fama riconosciuta il tema Nuove prospettive della ricerca su scambi sociali e solitudini, toccando, tra i vari aspetti, il ruolo dell’emotività nella gestione di una crisi come quella che stiamo vivendo; la donna e la questione femminile rilette alla luce della pandemia; la possibilità di considerare la pandemia evento traumatico allo stesso livello dei disastri naturali; la distinzione tra meccanismi di esclusione, isolamento e solitudine. Una solitudine che può avere mille volti, in primis causata da quello stesso senso di isolamento che l’esperienza della pandemia ci sta facendo sperimentare. È però d’obbligo – e i relatori lo sottolineano molto bene – distinguere con chiarezza tra l’isolamento di tipo fisico e sociale, dalla solitudine vera e propria, cioè lo stato psicologico di chi è solo. «La solitudine non è altro che il modo con cui il soggetto si pone davanti all’isolamento e lo percepisce», sottolinea Antonio Iannaccone, professore di psicologia all’Università di Neuchâtel. «Si tratta, in poche parole, di come si sente o si può sentire la persona. Posso sentirmi in una fase di solitudine passeggera, vivere cioè una sensazione emozionale negativa per un tempo ben determinato o posso invece cadere in una sensazione di solitudine prolungata, il che diventa un evento rilevante della condizione umana. Sono stati i filosofi della fenomenologia a mostrarci, per la comprensione del fenomeno della solitudine, il ruolo fondamentale della psicologia (pensiamo a Husserl): al cuore dello studio psicologico oggi sappiamo che dovrebbe proprio esserci il ruolo giocato dalla percezione degli eventi nel singolo».

Il testo integrale dell'articolo è accessibile ai soli abbonati.
Effettui per cortesia l'accesso con i Suoi dati:

Non dispone ancora dei dati d'accesso? Sottoscriva un abbonamento di prova per 4 settimane!.
L'abbonamento normale all'Osservatore costa CHF 35.--/anno e può essere sottoscritto tramite l'apposito formulario
oppure segua le istruzioni per poter effettuare il pagamento direttamente tramite PayPal.

In cima