Teatro

In fuga per ritrovarsi, “Senza confini”

L’ultimo spettacolo del cartellone luganese Senza confini – grandi e piccini insieme a teatro ha avuto come ospite nel pomeriggio la simpatica compagnia italiana Arione De Falco. OGGI – Fuga a quattro mani per nonna e bambino è la storia di un legame transgenerazionale, di una coppia assortita che compie un viaggio iniziatico per imparare a trasmettersi conoscenze, sostegno e aiuto reciproci, attraverso le leggi non scritte del cuore, della memoria, delle emozioni. Temi non nuovi nell’ambito delle rappresentazioni destinate in particolare ai ragazzi. Originale invece è la modalità scenica in cui protagonista è la musica che dà il ritmo all’azione, ne introduce, persino ne promuove l’accadere e il tipo di movimento.

Il testo integrale dell'articolo è accessibile ai soli abbonati.
Effettui per cortesia l'accesso con i Suoi dati:

L'abbonamento normale all'Osservatore costa CHF 35.--/anno e può essere sottoscritto tramite l'apposito formulario
oppure segua le istruzioni per poter effettuare il pagamento direttamente tramite PayPal.

In cima