Intervista

“La luna nel baule” in radio e a teatro. In dialogo con Daniele Dell’Agnola

Un romanzo nato per fare memoria, ma non solo: La luna nel baule, pubblicazione fortemente voluta dalla Casa editrice Pro Grigioni Italiano in coedizione con la Casa editrice Dadò, nasce anche per educare le nuove generazioni al valore del “ricordo”, insegnando loro a intravedere riflessa in ogni storia personale una traccia della grande Storia. Quella Storia intessuta di grandi nomi, tramata da grandi accadimenti – anche tragici come la guerra – oppure da dettagli microscopici, che dicono una quotidianità che non c’è più, alla quale tuttavia dobbiamo quello che siamo. Nasce così, nel 2021, il romanzo di Daniele Dell’Agnola, che ora, dopo molteplici letture sceniche in giro per la Svizzera e ben due traduzioni, in romancio e tedesco, approda anche al mondo radiofonico, con un adattamento curato da Flavio Stroppini per la RSI e che verrà diffuso per la prima volta sabato 30 luglio su Rete Due alle ore 20, per poi essere messo a disposizione nel podcast RSI. L’occasione è propizia per ripercorrere con Dell’Agnola non solo le tappe che hanno portato alla creazione del romanzo, ma anche la vita stessa del libro dopo la sua pubblicazione nel 2021, fino ad approdare all’ultimo progetto in ordine cronologico: l’adattamento teatrale, in corso in questi mesi.

Il testo integrale dell'articolo è accessibile ai soli abbonati.
Effettui per cortesia l'accesso con i Suoi dati:

L'abbonamento normale all'Osservatore costa CHF 35.--/anno e può essere sottoscritto tramite l'apposito formulario
oppure segua le istruzioni per poter effettuare il pagamento direttamente tramite PayPal.

In cima