Teatro

“La tregua di Natale” da vivere in scena

© Elio Pecora

La tregua di Natale della compagnia italiana Anfiteatro ha inaugurato ieri al Foce di Lugano la tradizionale rassegna del Teatro Pan (numero 27), Senza confini, in collaborazione con LACedu. Già coinvolgenti gli elementi scenografici (a firma di Laura Clerici): una corona di fototessere, volti e soldati in divisa, tra ciuffi di papaveri rossi, il simbolo dei campi di morte, una scaletta che orizzontale servirà anche da sedile e in verticale per arrampicarsi sopra le immaginarie trincee; un fondale formato da un ampio rettangolo, rosso all’inizio, poi i fari cambieranno anche il colore, su di esso un grosso buco nero.

Il testo integrale dell'articolo è accessibile ai soli abbonati.
Effettui per cortesia l'accesso con i Suoi dati:

Non dispone ancora dei dati d'accesso? Sottoscriva un abbonamento di prova per 4 settimane!.
L'abbonamento normale all'Osservatore costa CHF 35.--/anno e può essere sottoscritto tramite l'apposito formulario
oppure segua le istruzioni per poter effettuare il pagamento direttamente tramite PayPal.

In cima