Musica

LuganoMusica: giugno è il mese della tastiera e delle eccellenze svizzere

Dalla conferenza stampa di LuganoMusica, tenuta questa mattina, 31 maggio, da Michel Gagnon, Direttore Generale e Roberto Badaracco, Presidente del Consiglio direttivo del LAC, arriva una carica positiva per il mese di giugno, con concerti che ritornano a vedere la presenza del pubblico e a ospitare sino a 100 persone nella Hall, luogo dove si terranno le esibizioni musicali. È un momento importante per gli artisti e per il chi li ascolta – ha esordito proprio Badaracco – per ritrovare “quel momento di vicinanza tra concertista e ascoltatore, che dà emozioni irraggiungibili” e che ben si accompagna al clima di crescente ottimismo del Paese a fronte di una campagna vaccinale che procede molto bene, nuove aperture e minor restrizioni legate alla gestione della pandemia di Covid-19. 

Giugno quindi, il mese della rinascita, e per farlo LuganoMusica ha scelto un programma coerente e ben strutturato, che Gagnon ha definito come all’insegna della tastiera e delle eccellenze svizzere o comunque di compositori che hanno avuto, e tutt’ora intrattengono, legami con la Svizzera.

Il testo integrale dell'articolo è accessibile ai soli abbonati.
Effettui per cortesia l'accesso con i Suoi dati:

Non dispone ancora dei dati d'accesso? Sottoscriva un abbonamento di prova per 2 settimane!
L'abbonamento normale all'Osservatore costa CHF 35.--/anno e può essere sottoscritto tramite l'apposito formulario
oppure segua le istruzioni per poter effettuare il pagamento direttamente tramite PayPal.

In cima