I viaggi di Manuela

Lungo la Ferrovia Lugano-Ponte Tresa (1)

C’è stato un periodo in cui ha rischiato la fine di un “ramo secco” da tagliare, è riuscita a sopravvivere per la gioia di pendolari del lavoro e dello studio e di turisti. In questi giorni è tornata agli onori della cronaca per una notizia positiva: sono appena stati consegnati i “TramLink” della Stadler che entreranno in funzione la prossima estate e dal 2029 faranno parte del sistema tram-treno. I trenini arancioni (elettrotreni Be 4/8) andranno in pensione, pare che verranno inviati in Madagascar ma spero che sia conservato un esemplare almeno come materiale storico per il divertimento e la nostalgia degli appassionati. I nuovi convogli all’avanguardia, un po’ più piccoli, ma con capienza uguale, saranno più veloci, silenziosi, sicuri e con aria condizionata, video sorvegliati e adatti ad accogliere disabili, passeggini, biciclette.

Il testo integrale dell'articolo è accessibile ai soli abbonati.
Effettui per cortesia l'accesso con i Suoi dati:

Non dispone ancora dei dati d'accesso? Sottoscriva un abbonamento di prova per 2 settimane!
L'abbonamento normale all'Osservatore costa CHF 35.--/anno e può essere sottoscritto tramite l'apposito formulario
oppure segua le istruzioni per poter effettuare il pagamento direttamente tramite PayPal.

In cima