Letteratura

PiazzaParola, la chiusura con Pajak, Marchand e Olivero

LAC, sala 1, domenica 24 ottobre, metà pomeriggio. Frédéric Pajak racconta e si racconta. Ed è sempre una bellezza quando lo fa. Incontro riuscito quello di PiazzaParola con «lo scrittore che disegna, il disegnatore che scrive», vincitore del Gran Premio svizzero di letteratura 2021 per il romanzo grafico Manifeste incertain, capolavoro in nove volumi che unisce con grande fascino il memoir, la biografia, il saggio e il racconto per immagini, e in cui la personale solitudine si mescola a quella dei suoi ratés magnifiques rimanendo fino all’ultima pagina sullo sfondo, come un’ombra cupa e al contempo luminosa.

Il testo integrale dell'articolo è accessibile ai soli abbonati.
Effettui per cortesia l'accesso con i Suoi dati:

Non dispone ancora dei dati d'accesso? Sottoscriva un abbonamento di prova per 2 settimane!
L'abbonamento normale all'Osservatore costa CHF 35.--/anno e può essere sottoscritto tramite l'apposito formulario
oppure segua le istruzioni per poter effettuare il pagamento direttamente tramite PayPal.

In cima