Teatro

Rievocata la tragedia dei Balcani al Foce di Lugano

Sono iniziate le riprese di quegli spettacoli fermati dal lockdown, come Trilogia di Belgrado (MAT – Progetto LAB) che, diretta da Mirko D’Urso, avrebbe dovuto andare in scena lo scorso marzo. In fatto di sicurezza il Teatro Foce di Lugano non si fa mancare nulla, mascherine obbligatorie (riprovevole quel signore che se la tiene sotto il mento durante la visione), posti numerati (una novità per il Foce) e distanziati (capienza al 50%) prenotazione obbligatoria. Così alla prima di ieri si è registrato l’esaurito. Dopo queste informazioni di servizio, entriamo nel merito.

Il testo integrale dell'articolo è accessibile ai soli abbonati.
Effettui per cortesia l'accesso con i Suoi dati:

Non dispone ancora dei dati d'accesso? Sottoscriva un abbonamento di prova per 4 settimane!.
L'abbonamento normale all'Osservatore costa CHF 35.--/anno e può essere sottoscritto tramite l'apposito formulario
oppure segua le istruzioni per poter effettuare il pagamento direttamente tramite PayPal.

In cima