Teatro

Santoro tra mummie e truffatori

Ieri sera al Foce di Lugano, all’ora teatralmente inusuale delle 19, Emanuele Santoro, accompagnato con la sua complice di scena, la polistrumentista Claudia Klinzing, ha affrontato a leggìo la seconda parte della trilogia di SOLOinscena che in questa stagione sta dedicando a Edgard Allan, passando dal tema dell’orrore al Fantastic Poe. Due i racconti proposti che per la loro natura sono meno noti dei precedenti, il lungo Quattro chiacchiere con una mummia e La truffa considerata come una delle scienze esatte.

Il testo integrale dell'articolo è accessibile ai soli abbonati.
Effettui per cortesia l'accesso con i Suoi dati:

L'abbonamento normale all'Osservatore costa CHF 35.--/anno e può essere sottoscritto tramite l'apposito formulario
oppure segua le istruzioni per poter effettuare il pagamento direttamente tramite PayPal.

In cima