I viaggi di Manuela

Un punto sul turismo

Il turismo è in grave sofferenza causa pandemia; strutture, logistica, comunicazioni in crisi. In base alle cifre dell’Organizzazione mondiale del turismo (Unwto), agenzia dell’ONU, con sede a Madrid, il settore globalmente ha perso 1.300 miliardi di dollari nel 2020 per le restrizioni ai viaggi. Una cifra che rappresenta «più di 11 volte la perdita registrata durante la crisi economica globale del 2009» e corrisponde a un calo del 74% degli arrivi di turisti nel mondo rispetto al 2019. Tra gennaio e maggio, il numero dei turisti internazionali è crollato del 56% rispetto allo stesso periodo del 2019, ciò che corrisponde a 300 milioni di visitatori in meno. Si teme una perdita di 100-120 milioni di posti di lavoro.

Il testo integrale dell'articolo è accessibile ai soli abbonati.
Effettui per cortesia l'accesso con i Suoi dati:

Non dispone ancora dei dati d'accesso? Sottoscriva un abbonamento di prova per 4 settimane!.
L'abbonamento normale all'Osservatore costa CHF 35.--/anno e può essere sottoscritto tramite l'apposito formulario
oppure segua le istruzioni per poter effettuare il pagamento direttamente tramite PayPal.

In cima