Musica

Una luce piena di vertigine, il concerto di Paolo Conte a Lugano

Ieri sera Piazza Riforma è rimasta incantata davanti alla performance di Paolo Conte. Il pubblico, costituito perlopiù da molti affezionati, ma presenti anche numerosi turisti, ha preso il proprio posto numerato tramite due entrate, ideate per gestire i flussi di persone. Alle 21.15, davanti a una piazza gremita – si è infatti raggiunta la capienza massima di 1000 spettatori – Conte è salito sul palco con la sua orchestra, formata da undici elementi, che nel corso del concerto non ha mancato di menzionare uno per uno. A parte le presentazioni, secondo uno stile che lo contraddistingue, Paolo Conte durante il concerto non si è espresso a parole, bensì tramite la sua musica. I sedici brani presentati, eseguiti sia al piano sia in piedi, davanti a una platea assorbita dall’energia emanata dall’ensemble, si sono susseguiti per circa un’ottantina di minuti.

Il testo integrale dell'articolo è accessibile ai soli abbonati.
Effettui per cortesia l'accesso con i Suoi dati:

Non dispone ancora dei dati d'accesso? Sottoscriva un abbonamento di prova per 2 settimane!
L'abbonamento normale all'Osservatore costa CHF 35.--/anno e può essere sottoscritto tramite l'apposito formulario
oppure segua le istruzioni per poter effettuare il pagamento direttamente tramite PayPal.

In cima